il grasso nella pancia

Dove finisce il nostro grasso quando dimagriamo?

Sai esattamente dove finisce il grasso quando dimagriamo?

grasso dove finisce

Molti pensano che il grasso che dimagriamo  si trasformi in energia o che diventi muscolo. Oppure che venga espulso con le feci. Ma la verità è un’altra

Il mondo è ossessionato dalle diete e dall’idea di dover perdere peso, eppure in pochi sanno dove finisce la nostra ciccia quando ci mettiamo a dieta.

L’idea più comune è che il grasso venga convertito in energia (ma questo non è possibile perché violerebbe la legge della conservazione della materia).

grasso dimagrire

Le risposte più diffuse

«L’idea diffusa è che il grasso brucia come se fosse legna . Quando però bruci la legna ottieni calore e anche carbone» spiega Stefano Erzegovesi, medico nutrizionista e psichiatra, responsabile del Centro per i disturbi alimentari dell’Ospedale San Raffaele di Milano.

Le cose non stanno proprio così. La cosa giusta è che il grasso viene convertito in anidride carbonica e acqua. Queste due sostanze si uniscono alla circolazione sanguigna fino a quando non vengono disperse dal corpo sotto forma di urina o sudore.

Tutto ciò può sorprendere ma in realtà quasi tutto quel che mangiamo viene eliminato …respirando!

Ma allora per dimagrire basta respirare di più? – Ovviamente la risposta è assolutamente no!

La produzione di anidride carbonica e acqua non è qualcosa che si può forzare con il comportamento. Se ci sforziamo di respirare più a lungo o più velocemente con l’obiettivo di dimagrire, l’unica cosa che otterremmo è di andare in iperventilazione con conseguenti mal di testa o dolori toracici.

Per aumentare in modo sano l’espulsione di anidride carbonica (e quindi bruciare i grassi) bisogna mantenere più elevati i livelli di attività fisica o più in generale muoversi di più. Fare le pulizie, camminare, andare a fare la spesa aumenta la nostra capacità di espirare.

E ancora di più svolgere un’attività fisica costante.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *